Associati

Media Partner

Banner
You are here: Home News Notizie flash COMMA 7: NUOVE PROCEDURE DI RILASCIO NULLA OSTA E DISPOSITIVI RFID
COMMA 7: NUOVE PROCEDURE DI RILASCIO NULLA OSTA E DISPOSITIVI RFID PDF Stampa E-mail
Notizie - Notizie flash
Scritto da Giocoegiochi.com - Elisa Di Mattia   

Dal sito www.giocoegiochi.com :

Relativamente agli apparecchi di cui all'art. 110, comma 7 del T.U.L.P.S., è stata emanata la Circolare n. 2010/14081/Giochi/ADI del 22 aprile 2010 che apporta modifiche alle attuali procedure concernenti il rilascio dei nulla osta di distribuzione e dei dispositivi di controllo RFID, al fine di renderne maggiormente spedito l'iter amministrativo.

Peraltro, è precisato che per gli apparecchi di cui all'art. 110, comma 7, lettera c) del T.U.L.P.S., che riproducano giochi da combattimento, giochi sportivi o giochi musicali e di tutti gli altri che siano dotati di dispositivi di interazione del giocatore tali da rendere impossibile un loro utilizzo con giochi di differente tipologia, la verifica tecnica di conformità può limitarsi alle prove di funzionamento e al controllo visivo e documentale, senza che sia necessaria l'analisi del codice sorgente.

Oggetto: circolare N. 2/Giochi/ADI/2005 del 18 novembre 2005 - Modifiche.

Con riferimento alla circolare citata in oggetto, concernente le procedure amministrative connesse al decreto interdirettoriale 8 Novembre 2005 sulle "Regole tecniche di produzione e metodologie di verifica tecnica degli apparecchi senza vincite in denaro disciplinati dall'art. 110, comma 7, del Testo Unico delle leggi di Pubblica Sicurezza (T.U.L.P.S.)", sono apportate le seguenti modifiche volte a rendere maggiormente spedito l'iter amministrativo concernente l'ottenimento del nulla osta di distribuzione e il dispositivo di controllo RFID.

Certificazione di conformità

Sono state sottoscritte le convenzioni con Organismi di certificazione che questa Amministrazione ha facoltà di stipulare ai sensi del comma 3 dell'articolo 38 della legge 23 dicembre 2000, n. 388 e successive modificazioni, per l'effettuazione di verifiche tecniche su esemplari di modelli di apparecchi da intrattenimento di cui all'articolo 110, comma 7, del T.U.L.P.S., ai fini della conseguente certificazione, da parte di AAMS, della loro conformità alle prescrizioni di idoneità al gioco lecito.

Qualora i produttori e gli importatori richiederanno l'effettuazione delle predette verifiche agli Organismi di certificazione convenzionati, l'esemplare di modello dell'apparecchio che si vuole produrre o importare sarà presentato ai citati Organismi e, contestualmente, sarà presentata ad AAMS la richiesta di verifica tecnica, utilizzando il Modulo RVC/7, il cui formato è disponibile sul sito internet www.aams.gov.it.

Al termine delle operazioni di verifica condotte sull'esemplare di modello, l'Organismo incaricato della verifica tecnica sarà tenuto ad inoltrare alla Direzione generale di AAMS -Direzione per i Giochi, Ufficio 12° - l'esito positivo della verifica stessa, unitamente alla relazione tecnica, attestante la conformità dell'esemplare prototipale alle previsioni normative: a tale attività conseguirà il rilascio della certificazione di conformità da parte di AAMS, atto propedeutico al successivo rilascio dei "nulla osta di distribuzione" per tutti gli apparecchi prodotti o importati conformemente al modello certificato.

Ad assicurare la realizzazione della finalità di riduzione dei tempi e dei costi delle attività di verifica, le convenzioni con gli Organismi di Certificazione prevedono la conclusione di ciascuna attività di verifica entro un obbligatorio termine massimo di 30 giorni dalla data di consegna dell'apparecchio, salvo che siano indispensabili termini superiori, nonché la determinazione dell'importo massimo di 3.500 euro della tariffazione, proporzionato al costo dell'apparecchio oggetto della verifica.

Presentazione degli esemplari prototipali per la verifica di conformità

Nel rispetto dell'articolo 28 del Trattato CE, si chiarisce che è insussistente l'obbligo per i produttori e gli importatori, residenti in altri Stati membri dell'UE, di stabilire una sede secondaria in Italia al fine di presentare il modello prototipale per la verifica di conformità e per ottenere il rilascio del relativo certificato.

Pertanto i produttori e gli importatori comunitari possono presentare direttamente il modello di cui sopra, come nel caso del produttore e importatore nazionale, e ricevere, in caso di esito positivo della verifica, il certificato di conformità.

Dispositivi per la controllabilità a distanza rilasciati da AAMS unitamente ai nulla osta.Al riguardo si raccomanda che, al fine di evitare lungaggini nella complessiva procedura di rilascio dei nulla osta di distribuzione, il competente Ufficio regionale consegni al produttore/importatore il dispositivo RFID unitamente al nulla osta di distribuzione.

Verifiche degli Uffici di AAMS propedeutiche al rilascio del nulla osta di distribuzione

Al fine di ridurre il più possibile i tempi del procedimento amministrativo volto ad autorizzare la produzione, l'importazione e la gestione di apparecchi da intrattenimento per il gioco lecito sul territorio nazionale, si ritiene opportuno che il rilascio del nulla osta di distribuzione non sia subordinato ad una sistematica verifica c.d. di post-produzione da parte del competente Ufficio Regionale: tale verifica verrà svolta a campione e nei casi in cui sorgono fondati dubbi sulla regolarità della procedura autorizzatoria.

Conseguentemente le fasi di tale procedura sono quelle di seguito, sommariamente indicate:

1. richiesta da parte del produttore/importatore della verifica di conformità alla Direzione Generale;

2. verifica tecnica svolta da Organismi di certificazione convenzionati o da SOGEI spa;

3. rilascio del certificato di conformità, a seguito della comunicazione dell'esito positivo della verifica tecnica;

4. richiesta del nulla osta di distribuzione e del RFID all'Ufficio Regionale;

5. rilascio del RFID unitamente al nulla osta di distribuzione.

Elisa Di Mattia

 
Tot. visite contenuti : 618850